top of page
  • Immagine del redattorePasquale De Vita

FINESTRE A DOPPI O TRIPLI VETRI: QUALE SCEGLIERE ?

Aggiornamento: 6 feb 2021



PRESENTAZIONE


Mi presento: mi chiamo Pasquale De Vita e lavoro nel settore dei serramenti dal 2005. Questa lunga esperienza mi definisce quale punto di riferimento nel settore dei serramenti.

La passione e la costante dedizione che impiego quotidianamente nel guidare tecnici e clienti nella scelta e nella progettazione del sistema di posa, così come nell’individuazione del prodotto più adatto alle loro esigenze, è il carburante che alimenta l’amore per il mio lavoro.



Premessa

Cosa tratteremo in questo articolo:

- DOPPI O TRIPLI VETRI?

- FUNZIONAMENTO DEL VETRO CAMERA DOPPIO

- FUNZIONAMENTO DEL VETRO TRIPLO

- QUANDO E' UTILE IL TRIPLO VETRO?

- QUANDO E' CONTROPRODUCENTE USARE IL TRIPLO VETRO?

- COME REGOLARSI NELLA SCELTA?



Doppio o triplo vetro?


Le finestre sono un investimento importante nell’economia della propria casa, un investimento che mantiene il proprio valore nel tempo e che migliora la qualità abitativa per molti anni. Per questo, quando si acquistano nuove finestre, è importante valutarne tutte le caratteristiche per rendere la propria casa confortevole assicurando il benessere di chi vi abita.


Nell’articolo seguente vedremo alcuni consigli per fare chiarezza sulla scelta dei vetri da installare. Per poter decidere se scegliere un vetro doppio o triplo bisogna fare una valutazione personalizzata e analizzare il contesto abitativo e le esigenze del singolo cliente.

Per certi versi, quella dei vetri deve essere considerata una fase di valutazione importante, forse anche più dei profili e dei materiali con cui si decide di realizzare le finestre.

In questa guida scoprirai quali sono le differenze tra il Doppio Vetro e il Triplo Vetro. Parleremo dei pro e contro dell’uno e dell’altro, di Isolamento Termico e Acustico e di quando sia davvero utile avere finestre con triplo vetro all’interno della propria casa.









Perché?


I vetri sono i principali responsabili dei problemi termici che si possono sviluppare all’interno delle nostre abitazioni.

La ricerca continua finalizzata a migliorarne le prestazioni termiche ed acustiche ha determinato un graduale abbandono del vetro semplice ad una sola lastra, che ha via via lasciato spazio al vetrocamera a due o tre lastre.

Vediamo in dettaglio di cosa si tratta, in modo da effettuare una giusta scelta del tipo di vetro.


L’isolamento termico ed acustico della finestra dipende dal telaio, dalla impermeabilità delle fughe, dalla tenuta e dal vetraggio. E proprio quest’ultimo è un elemento fondamentale nel determinare le caratteristiche di isolamento del serramento. La finestra può avere un doppio o triplo vetro.


I doppi vetri, come vedremo, evitano le dispersioni termiche verso l’esterno.

L’efficienza energetica, indirettamente, contribuisce a tutelare la salute della persona che vive in quell’appartamento. Non importa se in quell’abitazione vivono adulti, anziani o bambini: tutti hanno il dovere di prendersi cura di se stessi.



DOPPIO VETRO


Il vetro doppio è costituito da un vetro esterno semplice o stratificato, da un’intercapedine chiamata camera (e perciò detto anche “vetrocamera”) e da un vetro esterno. Il doppio vetro altro non è quindi che un vetro su cui vengono installate due lastre accoppiate e distanziate. La canalina, utilizzata per distanziare le due lastre di vetro, è solitamente riempita con del gas, Kripton o Argon, necessari per l’assorbimento dell’umidità.






TRIPLO VETRO

Il vetro triplo ha le stesse caratteristiche di quello doppio ma oltre ad avere un vetro ed una camera in più ha subito un'ulteriore trattamento di bassa emissività. Senza dubbi l’isolamento termico (non quello acustico) risulta migliorato ulteriormente rispetto al vetro doppio.

Il triplo vetro si caratterizza per la presenza di tre lastre accoppiate e distanziate da due canaline.

Montando questa tipologia, è garantito un isolamento termico maggiore: è consigliato installarlo in zone in cui ci sono freddi particolarmente rigidi.


È di solito consigliato per ottenere prestazioni termiche difficilmente raggiungibili con la doppia lastra; grazie a lastre di nuova generazione è però oggi possibile raggiungere, anche con il doppio vetro, le stesse prestazioni delle finestre che montano il triplo vetro.

Dunque il numero di lastre installate non fa differenza; è importante il valore della prestazione, l’Ug che il vetro riesce a raggiungere e che deve essere il più basso possibile.







Quando è davvero utile il triplo vetro?


Per determinare la necessità di acquistare una finestra con doppio o triplo vetro, è importante valutare l’ambiente dove verrà installato il nuovo serramento; inoltre bisogna verificare quale tipo di esigenza abbiamo e quale tipo di intervento stiamo affrontando.

Il vetro con tripla lastra è consigliato per luoghi molto freddi, zone di alta montagna o quando le finestre sono esposte al Nord a vento forte; anche in questo caso, la soluzione a doppio vetro risulta però ugualmente sufficiente.


Il triplo vetro a volte è davvero pericoloso per la tua finestra. Nella maggior parte dei casi, la soluzione a triplo vetro è inutile e per certi versi anche dannosa:


• il vetro, essendo meno trasparente, riduce la luminosità negli ambienti;

• con il triplo vetro la finestra è molto più pesante; in questo modo la ferramenta, aprendo e chiudendo, si consuma velocemente;

• in termini di sicurezza, abbattimento acustico ecc., con il doppio vetro si raggiungono tutti i valori sufficienti.



Allora qual è il vetro più giusto?


A seconda delle singole esigenze è consigliabile installare un doppio vetro.
Esistono due tipologie: il basso emissivo o il 4 stagioni.

Per fermare e riflettere verso l’interno gran parte delle onde lunghe – cioè il calore – negli ultimi anni, è stato applicato un particolare trattamento chiamato basso emissivo, che non è altro che un aggiunta di strati ad un normale vetro, che permette di contenere le dispersioni.

Questa tipologia di lastra però ha un limite, che consiste nel lasciar passare gran parte delle onde corte, risultando poco efficace nel respingere il calore nel periodo caldo dell’anno.


Per evitare un eccessivo surriscaldamento all’interno dei nostri locali d’abitazione è possibile far ricorso a dei vetri particolari detti a controllo solare o “selettivi”, che permettono il passaggio attraverso le superfici vetrate di una sola componente della radiazione luminosa.

Da un punto di vista costruttivo una vetrata selettiva viene realizzata esattamente come una a basso emissivo, con l’unica differenza che il trattamento, invece che all’interno, viene applicato all’esterno.



Pertanto per aree climatiche caratterizzate da condizioni variabili, sia in inverno che in estate, si consiglia l’uso del vetro selettivo (evoluzione di questa tipologia è il 4S, sigla che sta per 4 stagioni).


Nella scelta dei vetri vanno considerati altri due fattori:
1. La camera tra le lastre, oltre che con la classica aria, deve essere riempita con del gas: solo in questo modo si riescono a migliorare le prestazioni del vetrocamera;
2. La canalina che distanzia i due vetri non deve in nessun modo essere di alluminio; esso è un materiale conduttore, perciò non solo rischierebbe di compromettere le prestazioni degli infissi su cui i vetri sono installati, ma si andrebbe incontro alla formazione di condensa e successiva muffa.
È fondamentale che la canalina che distanzia di due vetri sia di materiale isolante (warm edge): solo così si evita la formazione di condensa e, soprattutto, si riduce in modo significativo il raffreddamento degli ambienti in inverno e il surriscaldamento nel periodo estivo.

per quale motivo SPESSO È INUTILE IL VETRO TRIPLO?


Il vetro triplo a volte può risultare inutile e addirittura dannoso per i seguenti motivi:

1. Perché la finestra con triplo vetro è molto più pesante. Il peso grava sulla ferramenta: aprendo e chiudendo si consuma più velocemente;

2. Perché il vetro, essendo meno trasparente, ti fa perdere molta luminosità;

3. Perché, nella maggior parte dei casi, un vetro doppio raggiunge tutti i valori sufficienti, sia termici che acustici che di sicurezza.



COME REGOLARSI IN MERITO ALL’ISOLAMENTO ACUSTICO?


Per coloro che sono titubanti nella scelta della vetratura per proteggersi dal rumore esterno, è necessario un promemoria: il rafforzamento dell’isolamento acustico non si ottiene aumentando il numero di vetri. Da un punto di vista fonico, i vetri tripli non sono più efficienti dei doppi vetri. Un doppio vetro “acustico” sarà molto più efficiente!

Se le tue vecchie finestre sono con vetro singolo, la nostra esperienza ci insegna che sostituendole con nuovi infissi, dotati già di vetri come sopra descritti, la rumorosità si abbatte già dell’80% rendendo l’abitazione gradevole e silenziosa.


Nel caso di particolari necessità, consigliamo vivamente di inserire speciali lastre fonoisolanti di elevato spessore, denominate silent: considerate che il rumore non fastidioso per l’essere umano si aggira intorno a 30dB.

Quello che nessuno vi dice però, è che il rumore viene fermato principalmente dalla posa in opera LINK ARTICOLO, poiché, dove passa aria, passa rumore: ecco perché non basta cambiare vetri alle vecchie finestre!

il fattore sicurezza


Dal 22 maggio 2014 è stata emessa la revisione della norma UNI 7697 “Criteri di sicurezza nelle applicazioni vetrarie” che regola la scelta del tipo di vetro: tra le novità più importanti c’è l’obbligo, in capo ai produttori di infissi, dell’adozione di lastre interne di sicurezza in classe minima 2B2.

Fate attenzione perché è obbligatorio fornirlo e non è un optional di chi installa le finestre!

Questa tipologia di vetro è già una buona protezione contro i male intenzionati; per migliorare la prestazione, se necessario, consigliamo di mettere almeno da un lato, un vetro composto da 2 lastre di 4mm separati da fogli di PVB di spessore 0,38mm (denominazione del vetro 44.2).


Concludendo:


Il DOPPIO VETRO offerto dalle migliori aziende offre garanzie di isolamento termico ed acustico molto buone a condizione che la camera fra i due vetri contenga GAS ARGON e che uno dei due vetri abbia avuto il trattamento "basso emissivo" (impedisce al calore di uscire e disperdersi all'esterno).

Questi particolari trattamenti permettono a questo vetro di isolare le nostre abitazioni in maniera molto buona.

Il dato essenziale non è il numero di lastre ma il valore della prestazione – la così detta trasmittanza termica (Ug) – che deve essere il più basso possibile (per un ottimo valore deve essere inferiore almeno a 1,3).


QUANDO È DAVVERO UTILE IL VETRO TRIPLO?


Le finestre con vetro triplo sono utili solo in due casi:

1. Se vivi in un luogo dal clima invernale freddo;

2. Se hai una finestra a nord esposta a vento molto forte (tuttavia, anche in questo caso potrebbe essere sufficiente un vetro doppio);

3. In tutti gli altri casi è sempre consigliato un doppio vetro, scegliendo, a seconda delle tue esigenze, un vetro basso emissivo, acustico o 4 stagioni. L’importante è che la canalina che distanza i due vetri sia di materiale isolante (warm edge), altrimenti ti si formerà la condensa sui vetri delle finestre e, successivamente, la muffa.

Prima di decidere se installare una finestra con un vetro doppio o triplo, l’azienda a cui ti rivolgi deve assolutamente compiere una valutazione personalizzata sulla base delle tue esigenze e del tuo contesto abitativo (esposizione, altitudine, zona climatica, ecc).


GLI SVANTAGGI DEL TRIPLO VETRO


– Il vetro triplo è molto più pesante rispetto a quello doppio e questo, a lungo andare, può compromettere la funzionalità della ferramenta che si consuma più velocemente.

– Il vetro essendo più spesso riduce la trasmittanza luminosa; quindi con un triplo vetro entra meno luce all’interno dell’abitazione.

– Un altro svantaggio del triplo vetro è rappresentato dalla sua capacità di isolamento … a volte eccessiva. Infatti nelle mezze stagioni, quando noi abbiamo spento il riscaldamento, il sole, che ci farebbe comodo scaldasse un po’ casa nostra, non riesce ad entrare. Abbiamo quindi freddo in casa.

– Ed infine, aspetto da non sottovalutare, è il costo di un triplo vetro che spesso è molto più elevato.


Una finestra moderna deve avere già di serie un vetro che garantisca tutte le prestazioni richieste per un’abitazione confortevole:

  1. termica (lastra basso emissivo o selettivo, intercapedine con gas argon e canalina calda);

  2. sicurezza (doppia lastra con pellicola PVB);

  3. rumore (doppia lastra con pellicola PVB e posa accurata dell’infisso).


Spero con questo articolo di aver chiarito tutti i tuoi dubbi.


COMPILA IL MODULO PER UNA VIDEO CONSULENZA O UN PREVENTIVO. ​


Ti svelerò i mie metodi per acquistare alle migliori condizioni !


Da oltre 15 anni seguo i miei clienti dalla consulenza alla progettazione ed infine alla realizzazione, ho aiutato più di 4.000 clienti a scegliere infissi porte e scale ideali alle proprie esigenze.

Grazie ai miei metodi sono riusciti ad avere:

i Servizi migliori

i Prodotti migliori

alle migliori Condizioni Economiche.



contattami. riceverai il tuo preventivo-consulenza entro 12h.


Inoltre, ti consigliamo di leggere anche:


https://www.guidainfissi.com/finstral-garofoli-blog-avellino/quali-sono-i-migliori-infissi-una-guida-alla-scelta


https://www.guidainfissi.com/finstral-garofoli-blog-avellino/come-scegliere-gli-infissi-un-vademecum-per-una-scelta-corretta


https://www.guidainfissi.com/finstral-garofoli-blog-avellino/infissi-in-pvc-o-alluminio-qual-è-il-materiale-migliore



20.621 visualizzazioni

Comentários


bottom of page