top of page
  • Immagine del redattorePasquale De Vita

ECOBONUS INFISSI 2020 - 2021: Come funziona? per Campania Avellino - Salerno - Napoli - Benevento

Aggiornamento: 6 mag 2021

in Campania: Avellino - Salerno - Napoli - Benevento



Di cosa tratteremo in questo articolo? Una breve anteprima.

In quest’articolo tratteremo i seguenti argomenti:


• Legge di Bilancio 2021;

• Bonus Infissi di Porte e Finestre;

• Come funziona la detrazione fiscale;

• Quali sono i requisiti dell’immobile;

• Quali sono i requisiti tecnici dell’intervento;

• Quale aliquota di detrazione sarà applicata nel 2021;

• Quali sono i massimali di spesa;

• Precisazioni e distinzioni a seconda del tipo di acquisto.


ECOBONUS E INFISSI

in Campania: Avellino - Salerno - Napoli - Benevento


Introduzione

La pandemia da Coronavirus, che coinvolge l’Italia e il mondo ormai da diversi mesi, ha comportato numerosi cambiamenti nelle nostre vite. Anche dal punto di vista politico-economico ha determinato numerosi interventi legislativi e la definizione di nuove detrazioni edilizie.


Un Superbonus al 110% riguarda le spese sostenute dal 1° luglio 2020 al 31 dicembre 2021 per gli interventi di riqualificazione energetica e antisismica, compresa l’installazione di impianti fotovoltaici e l’installazione di colonnine per la ricarica di veicoli elettrici. Il beneficio fiscale derivante dall’incentivo potrà essere recuperato in 5 rate di pari importo, a differenza dell’Ecobonus (che prevedeva 10 rate annuali) oppure potrà essere ceduto.


Le detrazioni rimangono le stesse per: – bonus verde al 36%; – bonus per ristrutturazioni, ed eventuale bonus mobili annesso, al 50 %; – ecobonus dal 50 al 65 % a seconda dell’efficientamento energetico ottenuto; – sismabonus dal 75 all’85 % a seconda del miglioramento della classe di rischio ottenuto; – bonus facciata al 90 %.





DI COSA PARLEREMO IN QUESTO POST:


In questo articolo tratterò un tema importante quanto delicato, complesso. Ti parlerò infatti dell’Ecobonus Infissi 2021. Un argomento molto tecnico, mi dirai … Certo, ma cercherò di renderlo il più fruibile possibile visto che, in fondo, più che gli addetti ai lavori, riguarda l’acquirente. Mettiamo il caso tu voglia acquistare i nuovi infissi … è fondamentale sapere ‘come muoverti’ in quel labirinto di leggi e burocrazia da cui inevitabilmente sarai coinvolto. Dovrai conoscere il significato di termini come aliquota, detrazione fiscale – infissi 2021, ecobonus 110 %, bonus serramenti 50% …


Perciò ti invito a seguirmi in questo ‘percorso’, durante il quale ti spiegherò, in modo chiaro e dettagliato, tutto ciò che è necessario tu sappia.


N.B. Essendo un tema soggetto a continue modifiche (con decreti, circolari, leggi …) da parte delle Istituzioni preposte, aggiornerò il blog del mio sito non appena ci saranno variazioni e/o aggiornamenti. Seguimi su https://www.guidainfissi.com/finstral-garofoli-blog-avellino.


Pronto ? Cominciamo subito !


BONUS INFISSI 2021: QUALI REQUISITI?


Il testo della Legge di Bilancio per il 2021, dopo mesi di attesa, si avvicina all’approvazione definitiva in Senato, dopo l’o.k. del Consiglio dei Ministri dello scorso 16 novembre e il via libera della Camera del 27 dicembre. L’articolo 12 riguarda le “Proroghe in materia di riqualificazione energetica, impianti di micro-cogenerazione, recupero del patrimonio edilizio, acquisto di mobili e grandi elettrodomestici e proroga del bonus facciate” (rimodulazione, in parte, del Decreto Rilancio).


Il testo prevede una serie di novità finanziare e diverse proroghe delle misure già in atto, tra cui la Proroga bonus casa. Quest’ultima è stata confermata tra le misure del capitolo II su “Crescita, Investimenti e Sud”. È una novità molto attesa perché permette di monetizzare subito la spesa per la nuova detrazione del 110% per lavori con un alto risparmio energetico ma anche per le vecchie ristrutturazioni del 36%, 50% e 65% che negli anni si sono succedute o che sono previste per diverse tipologie di interventi.



Il termine per usufruire del pacchetto di agevolazioni sui lavori edilizi passa al 31 dicembre 2021 e comprende:


• bonus ristrutturazioni;

• bonus facciate;

• ecobonus;

• bonus mobili ed elettrodomestici;

• bonus verde.


Per questo motivo, nel momento in cui pianifichi un intervento o un acquisto teso ad aumentare il valore della tua abitazione e a migliorarne l’efficienza energetica, devi sapere che potresti aver diritto ad alcuni benefici fiscali, tra cui la proroga del Superbonus al 110%.



■ Interventi inerenti al Bonus Casa, all’Ecobonus, al SismaBonus, al Bonus facciate, all’installazione di pannelli, all’installazione delle colonnine di ricarica per le auto elettriche.


ESEMPI: – Recupero del patrimonio edilizio;

– Efficienza energetica;

– Adozione di misure antisismiche;

– Recupero o restauro della facciata di edifici già esistenti;

– Installazione di impianti fotovoltaici;

– Installazione di colonnine per la ricarica dei veicoli elettrici.


ECOBONUS 110 % INFISSI: DI COSA SI TRATTA?


Si tratta di un incentivo che ti consente di effettuare lavori per migliorare l’efficienza energetica della tua abitazione; recupererai in cinque anni, come credito d’imposta, il 110% della spesa sostenuta fino a un massimo di 90.000€ (a condizione di sostituire la caldaia con una di classe A e applicando il cappotto termico alle pareti).


Tali lavori dovranno apportare un miglioramento di almeno 2 classi energetiche attraverso due operazioni:

coibentazione di almeno il 25% delle pareti dell’edificio (cappotto termico): tetto massimo di 60.000€ per u. a.;

installazione di impianti di riscaldamento utilizzando caldaie a condensazione o pompe di calore: tetto massimo di 30.000€ per u. a.;


Puoi anche effettuare soltanto uno di questi due interventi; in tal caso il tetto massimo è di:


· 30.000 € - per la sostituzione della caldaia;

· 60.000 € - per il cappotto termico. Non è previsto nulla di specifico salvo per i materiali isolanti per il cappotto termico che devono rispettare i CAM-Criteri ambientali minimi.



ECOBONUS: INFORMAZIONI ESSENZIALI

L’ecobonus 110% copre le spese sostenute tra il 1° luglio 2020 e il 31 dicembre 2021.

I massimali di spesa ammissibili per gli interventi complessivi sono:


Cappotto in condominio e in casa unifamiliare: 60 mila € per u.i.;

Impianto in condominio e in casa unifamiliare: 30 mila € per u.i.

Ovviamente, la cessione dei crediti va comunicata all’Agenzia delle entrate entro il 28 febbraio dell’anno successivo a quello dell’effettuazione delle spese che danno diritto alle detrazioni.


Ecobonus 110 %: Sconto in Fattura e Cessione del Credito.


-“Trasformazione delle detrazioni fiscali in sconto sul corrispettivo dovuto e in credito d’imposta cedibile”.



In cosa consiste la cessione del credito?


La cessione del credito permette, al cliente che ha sostenuto le spese, di aggiornare subito il valore dell’incentivo cui avrebbe diritto, cedendolo a un soggetto terzo.

Chi potrebbe essere il soggetto terzo in questione? Non più, necessariamente, un soggetto che rientrasse nell’ambito dei lavori e della fornitura materiale.

Può essere invece anche una banca o una società finanziaria che permetteranno al cliente di monetizzare, in sostanza, il suo diritto.

Che cosa è lo sconto in fattura?


Lo sconto immediato in fattura è una vera e propria‘cessione del credito’ immediatamente concessa dal fornitore al momento stesso dalla fornitura; la detrazione fiscale destinata a chi sostiene la spesa viene ceduta al fornitore. Quest’ultimo riduce la sua fattura applicando uno sconto ‘fino a un importo massimo pari al corrispettivo dovuto’, come dice l’articolo.

Lo sconto in fattura e la cessione del credito sono applicabili a tutti gli interventi che fanno capo al cosiddetto Bonus Casa, all’Ecobonus (sia nella forma tradizionale sia nella nuova introdotta dall’articolo 119), al SismaBonus, al Bonus facciate introdotto dalla scorsa legge di bilancio, all’installazione di pannelli fotovoltaici (che godano di incentivazione ai sensi dei commi 5 e 6 dell’art.119), all’installazione delle colonnine di ricarica per le auto elettriche.


I limiti massimali in euro per ogni intervento coperto da sconto in fattura e cessione del credito riguardano la cadenza delle rate, che segue quella cui aveva diritto il cliente che ha diritto alla detrazione.


Questo particolare ecobonus 110 % è destinato, quindi, a coloro che, negli anni 2020 e 2021, affronteranno spese relative agli interventi di:

a) recupero del patrimonio edilizio;
b) efficienza energetica;
c) adozione di misure antisismiche;
d) recupero o restauro della facciata degli edifici esistenti, ivi inclusi quelli di sola pulitura o tinteggiatura esterna;
e) installazione di impianti fotovoltaici;
f) installazione di colonnine per la ricarica dei veicoli elettrici.

In luogo dell'utilizzo diretto della detrazione è possibile optare, alternativamente, per:
- per un contributo, sotto forma di sconto sul corrispettivo dovuto fino a un importo massimo pari al corrispettivo dovuto, anticipato dal fornitore che ha effettuato gli interventi e da quest'ultimo recuperato sotto forma di credito d'imposta, con facoltà di successiva cessione del credito ad altri soggetti, incluse le banche;

- per la trasformazione del corrispondente importo in credito d'imposta, con facoltà di successiva cessione ad altri soggetti, incluse le banche.
Ricordiamo, inoltre, che le modalità attuative di tali disposizioni si avranno in un decreto dell'Agenzia delle entrate, entro trenta giorni dalla data di entrata in vigore del Decreto Rilancio (entro il 18 giugno 2020).



ECOBONUS: COME FUNZIONA PER I SERRAMENTI


Incentivi per efficientamento energetico, sisma bonus, fotovoltaico e colonnine di ricarica di veicoli elettrici” e altre importanti agevolazioni.



Se effettui uno degli interventi previsti per l’assegnazione dell’ecobonus, puoi anche:

sostituire gli infissi e le schermature solari come tende da sole, tende tecniche e persiane: tetto massimo di 60.000 €;

impianti fotovoltaici: tetto massimo di 48.000 €.


Bonus infissi finestre 2020, sconto 110%, 50%: come fare ad ottenerlo

in Campania: Avellino - Salerno - Napoli - Benevento


Superbonus al 110% (detrazione fiscale spalmata in 10 quote annuali di pari importo tramite la dichiarazione dei redditi. La prima deve essere certificata con il modello 730/2021 o il modello dei Redditi 2021).

Ha lo scopo di rafforzare le agevolazioni ECOBONUS E SISMABONUS.


ATTENZIONE! Il bonus è applicabile anche per gli interventi sugli infissi e le finestre ma solo se legato ad interventi riguardanti l’efficienza energetica.


Es: se si cambiano gli infissi nello stesso momento in cui si decide di cambiare il cappotto termico dell’edificio, si può detrarre fino al 110%. Laddove invece si opti per il solo acquisto di porte o finestre la sgravio fiscale Irpef è del 50%.


Per poter ottenere il bonus le spese effettuate devono avvenire tramite bonifico bancario o postale che indichi la legge di riferimento (ristrutturazione o ecobonus), i dati del beneficiario, destinatario e causale. Inoltre, bisogna inviare un’apposita comunicazione all’ENEA entro 90 giorni dalla fine dei lavori.

Non dimenticare poi di conservare per 10 anni la documentazione che attesta l’intervento effettuato !!!


Spese agevolabili (spese ammesse nel bonus infissi finestre 2020 detraibili al 50%, che possono arrivare a 110% se affiancate da altri lavori di messa in sicurezza dell’edificio):

· Rafforzamento, sostituzione o installazione cancelli o recinzioni;

· Installazione o sostituzione grate sulle finestre;

· Installazione o sostituzione di serrature, lucchetti, catenacci e spioncini;

· Interventi volti all’installazione di rilevatori di apertura ed effrazione sui serramenti;

· Saracinesche e tapparelle metalliche con bloccaggi;

· Telecamere per la videosorveglianza;

· Sistemi di rilevazione per la prevenzione di atti illeciti.

· Allargamento finestre esterne;

· Riparazione o sostituzione di davanzali di finestre e balconi (con la conservazione dei caratteri essenziali preesistenti);

· Sostituzione senza alcun tipo di modifica della tipologia di infissi.


Bonus infissi agenzie delle entrate: Naturalmente il procedimento va dichiarato all’Agenzia delle Entrate, la qual cosa permette di ottenere la detrazione.




RICAPITOLANDO …


ECOBONUS INFISSI AL 110% PER RIQUALIFICAZIONI ENERGETICHE-


RECUPERO FISCALE DEL 50% IN 10 ANNI PER LA SOLA SOSTITUZIONE DI INFISSI.


L'ECOBONUS INFISSI AL 50% si applica in caso di sostituzione dei soli infissi detraibili al 50% in 10 anni, è rivolto a persone fisiche e soggetti IRES e si applica tutti gli immobili riscaldati.

Bisogna rispettare i limiti minimi di trasmittanza termica attestanti il miglioramento energetico, a seconda della zona climatica di appartenenza.

ECOBONUS infissi al 110% si applica solo se:

abbinato a lavori di efficientamento energetico i quali apporteranno un miglioramento di 2 classi energetiche dell’abitazione da documentare con una prima APE iniziale ed una seconda APE;

viene asseverato da un tecnico abilitato;

riguarda immobili di proprietà di persone fisiche;

prevede l’utilizzo di materiali conformi ai Criteri Ambientali Minimi CAM;

essere realizzato in condomini o unità immobiliari adibite ad abitazione principale.




➡ L’ECOBONUS INFISSI AL 110% è attuabile se l’intervento di sostituzione degli infissi viene abbinato agli interventi sotto descritti:

interventi di sostituzione degli impianti di riscaldamento-raffrescamento degli edifici unifamiliari con un tetto massimo di spesa di 30.000,00 euro;

interventi di sostituzione degli impianti di riscaldamento-raffrescamento nei condomini con un tetto massimo di spesa di 30.000,00 euro;

coibentazione esterna degli edifici (es. cappotto) con intervento su almeno il 25% della superficie esterna ed un un tetto massimo di spesa di 60.000,00 per ogni singola unità abitativa.


- Il limite di spesa per la sostituzione degli infissi è "Ecobonus 60.000.00 / Ristrutturazione 96.000.00".

- L’intervento va eseguito dal 01.07.2020 al 31.12.2021.


PROCEDURA DETRAZIONI FISCALI – SITO ENEA (https://detrazionifiscali.enea.it) :

1. Il Documento deve essere trasmesso all’ENEA tramite il sito dedicato:


l’operazione deve essere effettuata entro 90 giorni dall’ultimazione dei lavori.

Per i lavori già conclusi nei 90 giorni decorrono dal 27 ottobre 2020.



2. Asseverazione Ecobonus 110% online


Si tratta, lo ricordiamo, dell’adempimento necessario ai fini della fruizione dell’Ecobonus 110%, che ha innalzato l’aliquota delle detrazioni fiscali spettanti per i lavori di efficientamento energetico e ha disposto l’asseverazione dei tecnici abilitati sul rispetto dei requisiti tecnici e la congruità delle spese.



3. Superbonus - cessione del credito - sconto in fattura.


È possibile comunicare l’opzione per la cessione del credito di imposta pari alla detrazione spettante oppure per lo sconto in fattura applicato dai fornitori sul corrispettivo recuperabile sotto forma di credito fiscale.


Il modello da utilizzare è stato reso disponibile sul sito assieme alle specifiche tecniche di trasmissione.


La procedura web è uguale sia per il Superbonus al 110% o sisma bonus, sia per il bonus interventi di ristrutturazioni edilizia al 50% pagati nel 2020 e 2021, e si utilizza per esercitare una delle due opzioni, entrambe alternative alla detrazione IRPEF.




4. Cessione del credito: come funziona.


La comunicazione si effettua utilizzando la procedura telematica disponibile nella propria area riservata dei siti Entratel/Fisconline.

Dopo essersi autentificato, si segue il percorso:

-La mia scrivania

-Servizi per

-Comunicare

-Comunicazione opzione cessione/sconto – ecobonus e sismabonus singole unità immobiliari


La cessione (a sua volta cedibile) può essere disposta in favore di:

· fornitori dei beni e dei servizi necessari alla realizzazione degli interventi;

· altri soggetti (persone fisiche, anche esercenti attività di lavoro autonomo o d’impresa, società ed enti);

· istituti di credito e intermediari finanziari.


I crediti ceduti sono resi disponibili tramite la Piattaforma cessione crediti: con la Piattaforma cessione crediti si può accettare o rifiutare il credito ricevuto.

Il bonus diventa visibile nel “Cassetto fiscale” del cessionario e può essere utilizzato in compensazione tramite F24, oppure i credito saranno ulteriormente ceduti ad altri. Per utilizzare la procedura è stato predisposto un apposito Manuale.




Mi chiamo Pasquale De Vita e lavoro nel settore dei serramenti dal 2005. Questa lunga esperienza mi definisce quale punto di riferimento nel settore dei serramenti.
La passione e la costante dedizione che impiego quotidianamente nel guidare tecnici e clienti nella scelta e nella progettazione del sistema di posa, così come nell’individuazione del prodotto più adatto alle loro esigenze, è il carburante che alimenta l’amore per il mio lavoro.


Spero con questo articolo di aver chiarito tutti i tuoi dubbi.


COMPILA IL MODULO PER UNA VIDEO CONSULENZA O UN PREVENTIVO! ​


riceverai la tua consulenza gratuita entro 24h

capirai come funziona il superbonus 110%



Da oltre 15 anni seguo i miei clienti dalla consulenza alla progettazione ed infine alla realizzazione, ho aiutato più di 4.000 clienti a scegliere infissi porte e scale ideali alle proprie esigenze.


Grazie ai miei metodi sono riusciti ad avere:

i Servizi migliori

i Prodotti migliori

alle migliori Condizioni Economiche.


Contattami e riceverai il tuo preventivo-consulenza entro 12h.


Ti consigliamo di leggere anche:



TERMINI E CONDIZIONI

Il contenuto, le informazioni e tutto quanto pubblicato in questo documento hanno esclusivamente scopo informativo. Il contenuto di questo documento così come il modo in cui i contenuti sono presentati e formati sono di esclusiva proprietà dell’autore e sono protetti dalle leggi italiane ed internazionali a tutela dell’autore. Ogni diritto sul presente lavoro è riservato ai sensi della normativa vigente. Il documento potrebbe inoltre contenere opinioni e pareri dell’autore, che non assumono carattere probatorio e in alcun modo vincolante e restano considerazioni personali sulle informazioni tratte. Le informazioni riportate sono fornite senza alcuna garanzia esplicita o implicita di alcun tipo. L’autore non si assume alcuna responsabilità per eventuali errori o omissioni di alcun tipo e per qualsiasi tipo di danno diretto, indiretto o accidentale derivante dalla lettura o dall’utilizzo delle informazioni pubblicate, o per qualsiasi forma di contenuto presente nel documento. Il presente documento ha l’esclusivo obiettivo riportato in precedenza e non può in nessun modo divulgato, anche solo in parte, senza previa autorizzazione scritta dell’autore e non può essere esibito ad alcun titolo, tanto meno in giudizio.







Comments


bottom of page