top of page
  • Immagine del redattorePasquale De Vita

COME RENDERE LUMINOSA LA TUA CASA ?


PRESENTAZIONE


Mi presento: mi chiamo Pasquale De Vita e lavoro nel settore dei serramenti dal 2005. Questa lunga esperienza mi definisce quale punto di riferimento nel settore dei serramenti.

La passione e la costante dedizione che impiego quotidianamente nel guidare tecnici e clienti nella scelta e nella progettazione del sistema di posa, così come nell’individuazione del prodotto più adatto alle loro esigenze, è il carburante che alimenta l’amore per il mio lavoro.


Premessa

Di cosa tratteremo in questo articolo? Una breve anteprima.


Forse non tutti sanno che passare del tempo in una stanza buia e male illuminata comporta spiacevoli conseguenze. Gli ambienti bui sono esteticamente sgradevoli, ma la scarsità di luce può comportare anche malumore e problemi alla vista. In questo articolo ti forniremo alcuni consigli per creare un’atmosfera luminosa nella propria casa.

Le strade da intraprendere sono diverse a seconda che si tratti di una costruzione interamente da progettare o di un appartamento o abitazione già esistente. Leggi fino in fondo !



RENDERE LUMINOSA LA TUA CASA

Una casa illuminata solo dalla luce naturale ha sicuramente un aspetto migliore di un’altra cupa e buia, anche di giorno.

Riuscire a far entrare luce naturale nella tua casa è una risorsa preziosa e molto importante per creare la giusta atmosfera, valorizzare l’arredamento e, perché no, risparmiare sui costi della bolletta tenendo la luce spenta il più possibile.



Un’adeguata illuminazione naturale può far sembrare un appartamento più ampio, e rendere l’ambiente accogliente sia per chi lo abita che per gli ospiti che lo visiteranno.

Un’ottima soluzione sarebbe coniugare l’utile al dilettevole, permettendo l’ingresso della luce adeguata, funzionale alle attività che si svolgono in ogni ambiente, ma non dimenticando l’aspetto estetico, per poter valorizzare l’arredamento d’interni.

Progettando i punti di illuminazione della casa, è importante studiare per cosa verranno utilizzati i vari ambienti: ad esempio, l’ingresso avrà certamente esigenze di luce diverse rispetto allo studio.


Trovare il modo giusto di illuminare casa migliora la qualità della vita domestica, perché un punto luce posizionato correttamente può trasformare radicalmente l’atmosfera.

È vero che, di solito, si pone attenzione ad arredare con finimenti di design, ma si può anche arredare con la luce: ampie vetrate e infissi di pregevole qualità non solo rendono piacevole vivere la casa, ma ne valorizzano l’intero immobile.



Migliorare la luminosità della casa con i giusti infissi



La casa ha bisogno di luce per essere confortevole: le finestre e gli infissi che sceglierai devono avere degli ampi spazi vetrati, un vetro strutturale e performante.

La luce arreda: una casa luminosa è sinonimo di bellezza e i serramenti con ampie superfici vetrate creano un ambiente confortevole dove poter svolgere ogni attività e stare bene.

È il sogno di tutti possedere una casa con almeno una finestra in ogni stanza, godere dell’illuminazione naturale per la maggior parte delle ore e utilizzare quella artificiale solo di sera, risparmiando energia elettrica.

Gli spazi vuoti nelle murature riservati agli infissi vanno ottimizzati il più possibile inserendo finestre con cornici che lascino spazio a vetri strutturali e performanti.


In particolare, gli infissi in PVC assicurano risparmi in termini economici e ambientali, sono realizzati con materiali durevoli e riciclabili, garantiscono luminosità e prestazioni termiche eccezionali.

Tante sono le finiture e i colori da poter scegliere e abbinare al mood d’arredo della casa, tanti sono i vetri messi a disposizione, ciascuno atto a soddisfare particolari prestazioni termiche, acustiche ed energetiche.

L’illuminazione naturale influenza inevitabilmente il modo di vedere le cose ed è elemento fondamentale per arredare e trasformare gli ambienti interni amplificandone il volume disponibile, almeno da un punto di vista visivo.



Oggigiorno le persone sono sempre più alla ricerca di un posto dove potersi rilassare e scrollare la tensione accumulata durante il giorno, e la casa è il luogo adatto a poter ritrovare se stessi, ricaricarsi energeticamente, vivere la convivialità, assaporare quel tepore che solo i raggi del sole sanno dare.

Scegliere correttamente l’infisso, insieme ad un adeguato sfruttamento della luce, è la soluzione giusta per soddisfare queste esigenze, creare un senso di ampiezza e ariosità in ogni ambiente e soddisfare tutte le tue esigenze.



LUMINOSITÀ E RISPARMIO ENERGETICO



Le finestre e tutte le aperture di un edificio sono fonti di illuminazione naturale alle quali prestare attenzione.

Chi non vorrebbe una casa luminosa o calda e piena di sole?

Molti progettisti configurano le stanze esposte a sud, per far sì che la casa goda del sole durante tutto l’arco della giornata.

Un grande risparmio energetico che, associato all’utilizzo di infissi con vetrocamera, funzionali in termini di coibentazione, minore dispersione termica e isolamento acustico, garantisce un’abitazione calda, accogliente e confortevole.

Il vetrocamera, o doppio vetro, è un sistema di infisso che prevede l’utilizzo di due vetri, distanti tra di loro dai 6 mm in su, ed è la soluzione ideale per coniugare isolamento termico e luminosità naturale.


MOLTIPLICARE LA LUCE
I benefici a livello di comfort visivo e di benessere sono notevoli: per avere più luce naturale si possono fare lavori piccoli o interventi più "invasivi". Ecco alcune soluzioni per moltiplicare la luminosità.



Avere più luce e moltiplicarla nel vostro appartamento è un’operazione che spesso ripaga più di quanto si creda. Perché quando beneficiamo di più luce, migliorano l’umore e persino gli spazi risultano visivamente più ampi. Ecco allora alcune idee per raggiungere questo obiettivo in odo più o meno semplice.

Troverai suggerimenti facili e veloci da realizzare si tratta di lavori interni o di sostituzioni, talvolta limitati a singoli ambienti, che si possono attuare anche se non si sta rinnovando l’intera casa.

Altre idee che richiedono interventi più complessi, da prendere in considerazione nelle ristrutturazioni. Alcuni sono mirati per abitazioni su due livelli, spesso con problemi di scarsa luminosità.


■ Un inserto in vetro (o vetrocemento) nel tramezzo

L’ingresso prende luce dal soggiorno: una porzione della muratura che divide i due ambienti (vedi sotto) viene sostituita interamente da formelle di vetromattone. Rimane la separazione e si aggiunge comfort visivo all’abitazione, che così migliora già dall’entrata.


■ Porte in vetro

Migliorare le condizioni di illuminazione diurna comporta molti vantaggi: la luce incide sulla vivibilità della casa e favorisce il benessere di chi la abita; riduce l’utilizzo di lampade, con conseguente risparmio.

Il corridoio “si illumina” grazie alle porte con battente in vetro che lasciano filtrare la luce dalle stanze allo spazio di passaggio. E con una finitura laccata si preserva ugualmente la privacy degli ambienti. In più, grazie agli stipiti slim l’effetto è accentuato.



■ La pittura che illumina

Per fare apparire più luminosi gli ambienti ci vogliono finiture chiare alle pareti e sul soffitto. Ma tale effetto può essere incrementato con prodotti specifici. Esistono, infatti, pitture per interni formulate proprio per produrre riflessi luminescenti. La scelta è tra diversi tipi, anche rasanti e impermeabilizzanti e finiture all’acqua.


■ La finestra con telaio che scompare

Incrementare la superficie dell’apertura senza intervenire sul vano: si può fare con il serramento alzante scorrevole che permette di far scomparire il profilo dell’anta. In pratica, una volta che il telaio dell’infisso viene nascosto all’interno della battuta del muro, si ottiene la massima superficie vetrata possibile e nella stanza entra una maggiore quantità di luce.


■ Il muro trasparente

Il bagno privo di finestra, come quello che il progetto ricava dall’antibagno, può usufruire invece della luce naturale: la parte superiore dei muri è formata da lastre in vetro trasparente. Una buona soluzione anche quando si divide in due un bagno lungo. Se le dimensioni dell’inserto lo permettono (massimo L 100 x H 80 cm), si può optare per un serramento apribile a ribalta con sistema elettronico. In corrispondenza dei box doccia le lastre di vetro sono fissate e sigillate alla muratura lungo il perimetro.


■ Un’apertura nel soffitto

Intervenire su parti strutturali è più semplice nelle abitazioni singole. In ogni caso presuppone la verifica di fattibilità e la progettazione da parte di un tecnico. Occorre poi una pratica edilizia. Ad esempio, il soggiorno guadagna una fonte di luce diretta dall’alto, pur non essendo all’ultimo piano come un sottotetto. È la situazione ideale: l’illuminazione naturale si diffonde nell’ambiente in modo uniforme senza riflessi che, nell’angolo relax/conversazione, possono risultare più fastidiosi che altrove. Per realizzare l’intervento bisogna praticare un foro nel solaio, poi tamponato con lastra di vetro. È uno di quei casi in cui è necessario progettare e dimensionare l’apertura, in modo che non sia compromessa la statica della struttura.



■ Zona a doppia altezza

Il living al piano inferiore viene aperto verso l’alto, eliminando una porzione laterale del soffitto: si favorisce così la diffusione della luce tra i due livelli. Le condizioni indispensabili sono che il taglio venga effettuato in corrispondenza di una finestra al piano superiore, in modo da trarne il massimo beneficio, e che qui la superficie utile possa essere ridotta. I vantaggi per la zona giorno sono di apprezzabile entità, considerando che l’apertura si sviluppa lungo tutto il lato corto della stanza.

Per la sicurezza su entrambi i livelli sono necessari alcuni accorgimenti. La porzione di solaio eliminata potrebbe dover essere sostituita da elementi metallici che ne compensano la mancanza. Serve poi assolutamente una barriera protettiva al piano superiore.

■ La scala diventa a vista

La parte di progettazione può richiedere l’intervento di figure professionali differenti. Se devono essere demoliti elementi con funzione portante, servono anche opportuni calcoli.

§ Aperta e integrata nel living, la rampa risulta in luce: più sicura e gradevole da salire. Ma è soprattutto l’ambiente giorno nel suo complesso a migliorare l’illuminazione e anche l’estetica. Senza più la parete che oscura e crea zone d’ombra, ha ora una maggiore luminosità e sembra anche più ampio.

La demolizione del muro richiede un intervento diverso a seconda che questo sia di sostegno alla scala (si deve anche rifare la rampa) o solo di chiusura del vano.


■ Il soggiorno? Meglio a Sud

Nella situazione di poter progettare gli interni della propria casa, lo schema distributivo va studiato in modo da orientare le stanze secondo l’esposizione ai raggi solari, favorendo l’illuminazione bilaterale.

A Sud conviene fare affacciare i locali vissuti durante le ore diurne, realizzando aperture ampie quanto più possibile. Con serramenti dai vetri basso-emissivi si ovvia poi al problema delle dispersioni energetiche e con sistemi oscuranti si scherma l’eccessivo irraggiamento.

La luce naturale proveniente da Nord ha il pregio di essere gradevole e costante, più adatta alla zona studio e agli angoli di relax o lettura.

Ristrutturando, ricordate che va rispettato il rapporto tra superficie delle finestre e quella delle stanze (stabilito dalla locale normativa).


■ Un tunnel per i raggi solari

La soluzione per illuminare i locali sottotetto, ma anche quelli distanti 10 metri dalla copertura, sono i tunnel solari. Si tratta di condotti diffusori telescopici che si innestano nel tetto, attraverso un foro di diametro contenuto (circa 27/35 cm), e permettono il passaggio della luce grazie a un captatore esterno in vetro. Possono aggiungere luce a un locale cieco, ma non sono apribili e quindi non permettono l’aerazione naturale, né la sostituiscono. Se dotati di accessori specifici e solo in tetti a falde con particolare pendenza, possono però fornire la ventilazione degli ambienti.



LE PORTE FINESTRE


Se sei un amante della luce naturale, le porte finestre sono sempre la soluzione migliore per avere il massimo della luce in casa.

Stanco di ambienti cupi e senza luce? Le porte finestre sono senza dubbio la soluzione migliore per disporre del massimo della luce in casa.


Ecco le quattro porte finestre che puoi scegliere per avere il massimo della luce in casa:


1. Porte finestre alzanti scorrevoli: creano spazi pieni di luce e regalano una sensazione di leggerezza. Per aprire le grandi ante sarà sufficiente azionare una maniglia, senza nessuno sforzo. Il materiale lo scegli e un altro vantaggio saranno gli elevati valori di isolamento termico di queste porte finestre.

2. Porte finestre alzanti scorrevoli a tutto vetro: neanche a dirlo, sono due i protagonisti di questa meraviglia, la luce e il vetro, amici di lunga data. Una delicatissima soluzione di design per i tuoi spazi, che nel lato interno mostra unicamente il vetro. In questo caso il nucleo del sistema è in Pvc, che garantisce sempre la massima efficienza energetica.

3. Finestre scorrevoli: linee slanciate e leggere per questo tipo di porte finestre, con una semplicità di fondo che si vede anche nel tipo di apertura, con la ferramenta a scomparsa che contribuisce a dare armonia all’ambiente. Ribadire che entrerà in casa tantissima luce mi sembra davvero superfluo.


4. Porte finestre scorrevoli parallele: questo tipo di porta finestra è ideale per le aperture di medie dimensioni, proprio per lo spostamento parallelo delle ante. Ed è possibile anche avere l’apertura a ribalta. Avrai luce in quantità industriale e l’isolamento termico garantito da questa soluzione è a prova di qualsiasi condizione ambientale.


FINESTRE TUTTO VETRO


Nel caso stiate progettando la vostra abitazione da zero è importante tener conto che la luce è l’elemento che regala forma e volume agli ambienti; attenzione dunque a non commettere errori di valutazione di ordine strutturale o stilistico, errori che poi si traducono in stanze interne cupe e poco confortevoli.

In una costruzione moderna, non legata a sistemi strutturali in muratura portante, la dimensione delle aperture risponde esclusivamente al vostro gusto e alla capacità del progettista di rendere gli ambienti interni ricchi di luce e in dialogo con lo spazio esterno.

In questi casi la scelta degli infissi giusti risulta fondamentale. Quando si hanno vani molto ampi il consiglio è quello di valorizzare le aperture con finestre scorrevoli, in particolare con scorrevoli paralleli e alzanti scorrevoli in legno e legno alluminio.


Cosa sono lo scorrevole parallelo e l’alzante scorrevole?

Lo scorrevole parallelo è una finestra ad apertura scorrevole formata da due ante di cui una scorre su un binario parallelo all’altra anta attraverso un apposito carrello, chiamato carter.

La movimentazione delle ante è facilitata dalla presenza di carrelli, o carter che dir si voglia, dotati di cuscinetti a rulli e guide di scorrimento in poliammide anti-attrito, capaci di sopportare fino a 200 Kg.


Gli alzanti scorrevoli, invece, sono finestre composte da più ante scorrevoli montate su binari paralleli, che garantiscono elevate prestazioni - fino a 400 Kg per anta.

Sia gli scorrevoli che gli alzanti scorrevoli, particolarmente adatti ad aperture di grandi dimensioni, sono realizzabili in legno, legno alluminio, alluminio.

In particolare, le soluzioni in legno e legno alluminio hanno un alto valore estetico, perché realizzabili in legni pregiati disponibili in svariate finiture e colori.

In più, le finestre in legno alluminio associano all’eleganza del legno, la robustezza dell’alluminio che, rivestendo la parte esterna, la protegge da intemperie e usura.

Questi infissi, così come le finestre standard, mantengono invariati i livelli di isolamento termico e acustico grazie a materiali di prima qualità utilizzati per la loro realizzazione.


Se non puoi montare finestre di grandi dimensioni


Nel caso abbiate già un’abitazione e vogliate renderla maggiormente luminosa e confortevole, il suggerimento è quello di mettere in campo delle piccole ristrutturazioni o modifiche.


L’inserimento di nuove finestre in facciata rappresenta una soluzione e magari, laddove possibile, l'aggiunta di finestre per tetti è un'opzione da tenere in considerazione. Questi piccoli accorgimenti possono contribuire a migliorare il benessere all’interno della casa.

Più semplice, invece, è rivalutare il colore degli infissi; certo più facile nel caso la vostra casa monti finestre in legno o in legno alluminio.


Ma attenzione ad ogni tipologia di legno si sposa una tinta ideale:

· al pero, al ciliegio, al faggio si addicono l’azzurro, il verde, il grigio, il beige, il bianco e il malva;

· ai legni intarsiati è meglio accostare colori nei toni pastello;

· al noce: grigio, beige, toni dorati;

· al palissandro: grigio, sabbia;

· al frassino: rosso lacca, verde;

· al mogano: grigio, giallo, azzurro-grigio, verde;

· alla quercia: rosso, bruno, verde, bianco;

· al teak si addicono colori opachi e scuri: azzurro, verde, grigio.



TENDE INTERNE AL VETRO


Per illuminare al meglio gli ambienti della casa ci sono degli errori da evitare, perché ben venga la voglia di dare un’identità personale a ogni stanza, ma bisogna ridurre il più possibile gli ingombri, come ad esempio le tende alle finestre.

Sono di certo un elemento di design, ma vanno scelte con coerenza e criterio nelle varie stanze, anche perché, in alcune ore del giorno, riducono nettamente l’ingresso della luce naturale.

Una soluzione da valutare per una massima luminosità è preferire tende interne al vetrocamera.

Il movimento della tenda inserita nell’intercapedine tra le due lastre di vetro, che sia manuale o elettrico, non altera le proprietà isolanti del vetrocamera, avviene in un ambiente totalmente sigillato e dà l’opportunità di regolare l’intensità della luce da far entrare nella stanza.

Le tende interne al vetrocamera richiedono una manutenzione minima e proteggono la casa dallo sporco e dalla polvere.



LE VENEZIANE


Se oltre all’illuminazione dei vari ambienti, si ha necessità di proteggere la propria privacy dagli occhi dei vicini, le veneziane sono un elemento molto funzionale per difendere la propria abitazione da sguardi indiscreti.

Il loro funzionamento e il loro design le rendono adatte a ogni tipo di ambiente, grazie alla facilità d’uso, alla regolazione della luce, alla possibilità di giocare coi colori e a una manutenzione semplice e pratica.



Finestre piccole?Pochi affacci su spazi verdi o la sfortuna di avere altri edifici che privano alla luce di entrare in casa?


Nessun problema, abbiamo sei consigli per rendere le vostre case più luminose anche senza ampie vetrate!

1. Sì a pareti e pavimenti chiari

Tenete in considerazione che utilizzare il bianco per le pareti di casa non è assolutamente sinonimo di freddo e asettico, anzi in alcuni casi può essere la perfetta base di partenza per mixare tinte più calde come beige e crema.

Se state invece costruendo o ristrutturando casa, non dimenticate che un’altra eccellente soluzione per illuminare i locali è quella di utilizzare pavimenti in materiale chiaro come ceramica o legno (pino, acero o betulla).

Se rifare il pavimento di casa è troppo costoso, non scartate l’idea di un gran bel tappeto a tinta chiara, un semplice trucchetto per dare alla stanza un tocco di luce.



2. Gioco di specchi

Giocate con gli specchi, soprattutto in camera da letto! Posizionate specchi sulle ante degli armadi, sopra comodini, comò oppure vicino a lampade o abat-jour. Gli specchi sono un valido alleato per dare la sensazione di ampiezza degli spazi e convogliare la luce all’interno della camera: utilizzate quindi tutti i punti strategici per arredare con gli specchi.


3. Utilizzare superfici riflettenti e ampie vetrate

I materiali lucidi sono, da sempre, la soluzione migliore per schiarire gli interni, un po’ come gli specchi sono un utile strumento per dirigere la luce all’interno dei locali. Il consiglio è quindi quello di utilizzare metalli per i serramenti (infissi in alluminio su tutti) e, a seconda della stanza, arredi riflettenti: tavolini in vetro, piano cottura in cristallo o vetro temperato. Non sottovalutate anche l’utilizzo del plexiglass per i vostri mobili (ad esempio tavoli e sedie), un materiale perfetto per illuminare le vostre stanze. Come abbiamo visto in un precedente articolo, il vetro è molto utilizzato sia in casa sia per le pareti divisorie in ufficio.


4. Tende bianche e leggere

Qualsiasi sia la dimensione delle finestre o portefinestre, se avete la necessità di utilizzare delle tende ricordatevi che la scelta ottimale per dare luminosità ai vostri locali è quella di scegliere tende bianche e anche, se possibile, di tessuto leggero.


5. Piante e vasi di fiori

Il verde dà un tocco di vivacità e luminosità agli ambienti. Riempite la vostra casa con vasi e mazzi di fiori, posizionateli negli angoli meno illuminati della casa e otterrete quel tocco di vivacità low cost che vi mancava.



6. Infissi in alluminio con profili sottili

Infine, se i vostri infissi sono piccoli e non potete ingrandirli, l’ultimo consiglio che vi diamo è quello di montare serramenti in alluminio con profili sottili: in questo modo eviterete interventi invasivi sui muri, ma acquisterete comunque luce grazie al metallo di cui sono composti questi serramenti.


ALTRI INTERVENTI STRUTTURALI


Esistono una serie di strategie architettoniche per guadagnare luminosità naturale. Per esempio creare una parete, un divisorio tra due ambienti, o una colonna con inserti in vetrocemento: si tratta di quelle formelle in vetromattone, quadrate e spesse, che di solito vengono utilizzate in piccoli vani come gli ingressi, e che si sostituiscono alla muratura in modo da avere una superficie semi-trasparente che amplifica la luce.

Altro espediente molto utile è la creazione di un lucernario sul soffitto, o di un’apertura anche nel caso si tratti di un appartamento (si fora il solaio e si inserisce una lastra di vetro in una sorta di nicchia): in questi casi la luce che proviene dall’alto si irradierà moltiplicando quella della stanza.



Ancora, potreste pensare di inserire lastre di vetro trasparente nelle aree più alte di alcune pareti divisorie, in modo che tra una stanza e l’altra si diffonda la luce, espediente molto utile in caso di bagni ciechi ad esempio.


CONCLUSIONI


Dare importanza alla qualità di infissi, tende interne al vetro e finestre, per permettere alla casa di illuminarsi di luce naturale, è una scelta prima di tutto consapevole, sia per il proprio comfort che per il risparmio energetico.

È molto importante quindi affidarsi a rivenditori competenti e professionali, che sappiano consigliare le soluzioni più adatte e abbiano in catalogo prodotti di qualità.



Spero con questo articolo di aver chiarito tutti i tuoi dubbi.


SE L’ARTICOLO TI È PIACIUTO, TI INVITIAMO A METTERE MI PIACE ALLA PAGINA FACEBOOK GuidaInfissi Pasquale De Vita PER RIMANERE SEMPRE AGGIORNATO SULLE PROSSIME GUIDE.

Ti consigliamo di leggere anche:



TERMINI E CONDIZIONI

Il contenuto, le informazioni e tutto quanto pubblicato in questo documento hanno esclusivamente scopo informativo. Il contenuto di questo documento così come il modo in cui i contenuti sono presentati e formati sono di esclusiva proprietà dell’autore e sono protetti dalle leggi italiane ed internazionali a tutela dell’autore. Ogni diritto sul presente lavoro è riservato ai sensi della normativa vigente. Il documento potrebbe inoltre contenere opinioni e pareri dell’autore, che non assumono carattere probatorio e in alcun modo vincolante e restano considerazioni personali sulle informazioni tratte. Le informazioni riportate sono fornite senza alcuna garanzia esplicita o implicita di alcun tipo.L’autore non si assume alcuna responsabilità per eventuali errori o omissioni di alcuno tipo e per qualsiasi tipo di danno diretto, indiretto o accidentale derivante dalla lettura o dall’utilizzo delle informazioni pubblicate, o per qualsiasi forma di contenuto presente nel documento. Il presente documento ha l’esclusivo obiettivo riportato in precedenza e non può in nessun modo divulgato, anche solo in parte, senza previa autorizzazione scritta dell’autore e non può essere esibito ad alcun titolo, tanto meno in giudizio.

680 visualizzazioni

Comments


bottom of page